“Zibibbo” deriva dall’arabo zabīb (زبيب) che vuol dire “uva passita”.

Lo “Zibibbo” altro non è che il “Moscato di Alessandria” originario dell’Egitto ed introdotto nell’isola di Pantelleria dagli arabi.

Oggi più che mai lo “Zibibbo” ha assunto coltivazioni moderne, tecniche di vinificazione che lo rendono duttile, vinificato in dolce, è ottimo per accompagnare formaggi dalla lunga stagionatura e pasticceria secca. Ma la vinificazione in secco è quella che dona maggiore attrazione al vitigno, ottimo compagno di piatti a base di pesce e calici dalla lunga persistenza, sognando ad ogni sorso una bella spiaggia siciliana.

Il Vino Chiama… Noi Ci Saremo

Zosimo – Pillole Enoiche

https://zosimo.wine/category/pillole_enoiche/

Di admin